Potete votare dalle ore 13 del 18 marzo alle ore 12 del 15 aprile 2020.

Title Partner

Presented by

Scopri la classifica in tempo reale
Contest Ends In:
0
0
weeks
0
0
days
0
0
hours
0
0
minutes
0
0
seconds
Hanno calato il tris nel campionato italiano giovanile di Hobie Cat 16, che si è disputato a settembre a Bari. Nicola Abimbola e Ludovica Festino hanno vinto il titolo di classe, sia in assoluto, che Under 21 che in equipaggio misto.
1933 Voti
Il quarantenne agrigentino ha compiuto il periplo della Sicilia a bordo di un catamarano di 5 metri non abitabile. Ha macinato le 500 miglia del percorso (in senso orario dal porto di San Leone, Agrigento) in 18 giorni e 12 tappe.
Milanese classe 1991, è il primo velista italiano nella storia ad aver vinto la solitaria Mini Transat (su barche di 6,50 m, dalla Francia ai Caraibi). La sua impresa ha un valore sportivo e umano, perché è frutto della sua grande determinazione.
Giovane 18enne grintosa e simpatica, nata a Riva del Garda, è una delle migliori atlete del laser femminile. Dopo avere vinto nel 2018 il titolo mondiale nel 4.7, nel 2019 si è ripetuta con quello nella classe olimpica Laser Radial.
Leonardo Toscano (Canottieri Garda) e Gaia Bergonzini (Fraglia Vela Malcesine) nel 2019 si sono laureati campioni italiani della classe 29er ai Campionati Giovanili in doppio di Bari. Vanno forte anche nelle regate internazionali.
Aretino del ’46, è giunto alla sua quinta sfida in Coppa America con Luna Rossa, ed è l’uomo che può ancora fare sognare la vela italiana nella più antica e prestigiosa delle competizioni veliche. Una magnifica ossessione, la sua.
Una stagione iniziata con qualche alto e basso e conclusa con la vittoria del mondiale in Nuova Zelanda, sono in piena corsa per un posto alle Olimpiadi di Tokyo. Bissaro al timone è una certezza, Maelle Frascari è una bella sorpresa.
I watersports sono la passione del 19enne atleta di Cesenatico. Va forte nel Sup, ma anche nel kitesurf, in particolare tra gli hydrofoil, dove dopo il titolo italiano vinto nel 2018, lo scorso anno ha raggiunto la vetta della ranking nazionale.
Premiato dall’UVAI come armatore dell’anno nella categoria Minialtura, il giovane velista padovano nel 2019 al timone del Melges 24 Arkanoè by Montura ha conquistato il titolo di Campione Europeo ORC Sportboat.
Una bella storia di vela e condivisione che ci ha colpito. I due circoli si sono “gemellati”, il Bardolino è stato ospite a Favignana, la scuola Gulliver è pronta ad andare sul Garda: viva la vela senza confini!
Il suo Comet 41 S O’ Guerriero è una barca ormai sulla cresta dell’onda da tempo ma il 2019 è stato speciale: vittoria del Campionato Italiano offshore nella classe 1 e ottimi risultati alle classiche dell’altura tirrenica.
Atleta 17enne del RYCC Savoia e già campione italiano 2018 nella classe Laser 4.7, nel 2019 ha chiuso un anno fantastico nella sua disciplina sublimato dalla conquista in agosto del titolo mondiale in Canada.
Che bis per il team optimist composto dal campione europeo Alessandro Cortese, la campionessa europea Federica Contardi con Lorenzo Pezzilli e Lisa Vucetti. E’ arrivata di nuovo la vittoria all’Europeo a squadre.
Un vero colpo da maestro quello di Caterina Degli Uberti (CdV Roma) e Giulia Ancillotti (CV Dervio) che nel 2019 al Mondiale Hobie 16 femminile di Captiva Island in Florida hanno conquistato una bella medaglia di bronzo.
Che stagione la sua: ha vinto campionato italiano (L’Elagain), europeo e sudamericano (Petite Terribile) di J/70, ha seguito da coach il team Stig campione Mondiale Melges 20 e sui Melges 24 ha vinto Bacardi Cup e bronzo mondiale.
Uno dei protagonisti del kiteboarding a soli 17 anni Flavio Ferrone, atleta che corre sotto il guidone del Circolo Velico Santa Venere ha conquistato il titolo di campione italiano giovanile. Che soddisfazione.
La sua storia è un esempio per chi voglia fare della vela il proprio lavoro: partito dal basso, si è trasferito in Australia e ha fatto di tutto per mantenersi. Ha partecipato a 5 Sydney Hobart, nell’ultima è arrivato secondo!
Atleta del “Tognazzi Marine Village”, ha vinto per tre volte di seguito il titolo mondiale nella classe giovanile Optimist (2017, 2018, 2019), unico al mondo ad essere riuscito in questa impresa. Il suo nome è già nella storia.
Ormai li chiamano i ”draghi del mare”” Giulia Grilli e Pietro Jan Bellot (ASD Svagamente) che a Bari hanno conquistato il primo posto al campionato italiano giovanile Under 16 della classe di multuscafi Hobie cat Dragoon.
Il 2019 è stato decisamente l’anno di Lucio Micheletti, che ha curato l’interior e l’exterior design del Baltic 142 Canova, probabilmente la barca da crociera più all’avanguardia varata fino ad oggi.
Un debutto nella classe olimpica di tavole a vela RS:X degno di onore quello di Marta Monge (CN del Finale) che nel 2019 ai campionati italiani giovanili è riuscita a salire sul gradino più alto del podio.
I velisti paralimpici milanesi Fabrizio Olmi e Davide Di Maria, hanno vinto la medaglia d’oro a bordo della classe RS Venture al Para World Sailing Championships 2019 in Spagna. Campioni del mondo!
Che bella l’ecomissione di Davide Papapicco, Dario Ricci e Alberto Brischi: hanno girato in Formula 18 la Sardegna: a ogni “stop” hanno distribuito portamozziconi per ripulire le spiagge da sigarette e rifiuti.
Un talento cristallino nella classe Techno 293 che nei suoi pochi anni già brilla. Federico Pilloni del CV Windsurfing Club Cagliari nel 2019 ha inanellato il titolo italiano Under 15 e conquistato un prezioso secondo posto al Mondiale.
L’impresa per il gruppo studentesco del Politecnico di Torino è arrivata con la vittoria della 1001 VELA Cup con il prototipo di skiff Fenix, che il team ha realizzato con l’utilizzo, per il 75% del suo peso, di materiali riciclabili.
Ha cominciato la stagione 2019 aggiudicandosi a Marsiglia la Med Cup Windsurf nella classe Techno 293, categoria Under 17 femminile, e l’ha chiusa con un eccellente titolo italiano, strameritato.
Bolognese di nascita, classe 1995, è stato protagonista di un bell’exploit alla sua prima partecipazione alla transatlantica Mini Transat 2019 chiudendo la regata al 10° posto tra i proto.
Un anno eccellente il 2019 per la giovane kiter che ha conquistato il primo posto al campionato italiano giovanile TT:R, nonché al campionato italiano Big Air e all’italiano Freestyle nella categoria femminile.
La storia del navigatore e fisico 70enne nato a Seregno (Monza Brianza) e cresciuto in Brasile è incredibile: sul suo First 40.7 Crapun è stato in giro per il mondo 20 anni, senza strumenti, usando la mano come sestante.
Con la barca costruita nel cantiere di famiglia, il 54 piedi in alluminio Aluaka, il “guru” dei lavori di bordo Davide Zerbinati si è tolto una bella soddisfazione oceanica vincendo la ARC Plus nella divisione dei monoscafi.
0
Le edizioni del Velista dell’Anno
0
I voti nell’ultima edizione
0
Le persone all’ultima Serata dei Campioni
0mln
L’audience totale del Velista dell’Anno